12/09/13

Aforismi e pensieri inceneriti LV







 

Temo il meglio.

           ***

La pandemia rievocativa non dà requie. Sarebbe ora di istituire una Giornata dell'amnesia e farla finita con ogni ricordo. E' inutile nascondersi, dal passato l'uomo non ha imparato mai nulla. Un canto di lode al vuoto mentale, alla sterilizzazione della massa encefalica avrebbe, quantomeno, il sapore di un vero ritorno ad un sano ebetismo primordiale.

           ***

Prima la vita di un insetto mi sarebbe stata meravigliosamente indifferente. Oggi, l'affannarsi d'una mosca in un'angusta domenica piovosa mi getta in uno stato di inconcepibile prostrazione. Comincio a rimpiangere il tempo della crudeltà infantile, disinvolta e non ostentata. Nostalgia delle mie siberie cardiache.

           ***

Chi s'informa è perduto.

           ***

Orrore di ogni saluto.
" Mi avranno smascherato? ", il mio primo pensiero.

           ***

Alla fine della fiera comincia l'uomo.





6 commenti:

  1. Sempre più in alto ... o in cenere, come si preferisce. Arriverai a sollevarti nell'aria come i guru illuminati ...
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per poi schiantarmi nel Sole :-D

      Elimina
  2. mi ricordi due amici in queste tue massime, Simone
    spero non ti dispiaccia se faccio i nomi :-)

    Luca Ormelli ed Emile Cioran

    (forse perchè nomini delirio e pandemia
    ma anche per come li nomini)

    p.s.: vorrei rimanere imprigionata in eterno ( e così protetta) in quella sezione aurea).
    ciao
    c.

    RispondiElimina
  3. Ciao Carla, ottima compagnia; hanno entrambi fiele da vendere e, se il secondo lo conosciamo tutti, consiglio il primo (http://filosofiaenuovisentieri.it/) a chi fa capolino da queste parti.

    p.s: lo vorrei anch'io ;-)

    RispondiElimina
  4. Il meglio è passato, sempre e comunque.
    Ciao

    Michele

    RispondiElimina
  5. Sic transit gloria mundi ;-)

    RispondiElimina